RENAULT FESTEGGIA 40 ANNI DI PASSIONE IN FORMULA 1 E LANCIA “THE 2017 YELLOW TEAPOT”

Per festeggiare 40 anni di successi, passione e orgoglio di essere tra le Marche storiche della F1, Renault decide di far rivivere un noto aneddoto del passato creando questa volta un’autentica teiera gialla, “The Yellow Teapot”.

La decisione di Renault di entrare nell’esclusivo mondo della Formula 1 viene presa nel 1975 e sarà effettiva dal 1977 con una prima auto, battezzata RS01. Per i dirigenti dell’epoca, l’ingresso in Formula 1 era legato all’introduzione di progressi tecnologici in tema di motorizzazioni. Dopo mesi di studi e riflessioni, la scelta di un motore turbocompresso, totalmente inedito in Formula 1, era stata giudicata coerente con la volontà e l’ambizione di Renault.

Ed è quindi nel 1977, in occasione del Gran Premio di Silverstone, che Renault si schiera sulla griglia di partenza con la prima Formula 1 con motore turbo della storia. Alcuni anni dopo, il turbo sarà utilizzato dalle altre scuderie e, ancora oggi, le moderne monoposto di Formula 1 adottano questa tecnologia.

Com’era prevedibile e come si è sempre verificato con l’introduzione di nuove tecnologie, anche rivoluzionarie, le difficoltà tecniche e, quindi, i problemi di affidabilità emersi, hanno talvolta costretto al ritiro. Ostentando i colori della Marca, con una prevalenza di giallo sul nero e il bianco, la RS01 rientrava quindi spesso in pit-lane emettendo fumo bianco, sinonimo di problemi al motore.

Ken Tyrrell, patron dell’omonima scuderia, vedendo l’auto con la sua scia di fumo passare davanti al suo box, le ha affibbiato per scherzo il soprannome di “Yellow Teapot” (teiera gialla). L’espressione è stata ripresa dai membri della scuderia, e poi dalle altre scuderie durante i successivi Gran Premi. La RS01 è stata allora soprannominata The Yellow Teapot.

Renault otterrà la sua prima vittoria in Formula 1 soltanto 2 anni dopo, nel 1979, al Gran Premio di Francia a Digione, con la RS01. La vittoria di Jean-Pierre Jabouille, ingegnere e pilota della RS01, resta un exploit e una vera prodezza in termini di rapidità di vittoria.

Questo exploit e i successivi convalidano il concetto del Turbo in Formula 1 ed impongono rispetto verso le scuderie britanniche, prima tra tutte la Tyrell.

Questa teiera si ritroverà, da settembre, nelle cucine del ristorante “l’Atelier Renault” sugli Champs-Elysées.

In termini di design, la Yellow Teapot si ispira al passato e al presente, alla RS01 e alla nuova RS17, di cui utilizza addirittura la tinta ufficiale.

Una teiera che riprende i codici estetici delle Formule 1 Renault e gioca al tempo stesso sul design, la grafica e le tinte.

Renault: 40 anni di Formula 1

Il 16 luglio 1977 Renault partecipava al suo primo Gran Premio di Formula 1, inaugurando un nuovo capitolo della sua storia. Una storia molto lunga, che risale alle primissime corse, in un certo modo alle origini della competizione automobilistica. Renault ha partecipato a corse di tutti i tipi – circuiti, rally, raid, endurance – vincendo ovunque: in tutte le discipline automobilistiche, in un momento o in un altro, il nome di Renault si ritrova in testa alle classifiche. Era quindi ineluttabile che, nella sua visione della corsa, Renault si interessasse un giorno alla F1, la disciplina star del motosport.

Sono trascorsi quarant’anni dal 1977 ad oggi, all’insegna di un impegno totale. Non soltanto Renault ha accumulato numerosissime vittorie, ma ha introdotto ogni volta una serie di innovazioni, dai telai all’aerodinamica, passando per i motori. Renault è oggi parte integrante di questo magico mondo dei Gran Premi.

 Medagliere
  • 11 titoli di Campione Piloti
  • 12 titoli di Campione Costruttori
  • 170 vittorie con 24 piloti
  • 481 podi

INFORMAZIONI PRATICHE:

 Lo The Yellow Teapot sarà disponibile all’inizio del mese di settembre al  prezzo di vendita: € 129

Punti di vendita: Atelier Renault e l’e-shop dell’atelier Renault http://shop.atelier.renault.com/fr/

Edizione limitata a 40 unità

#40YearsOfPassion

The following two tabs change content below.

Sergio Musumeci

Responsabile editoriale a AutoMoto360
Diviso tra informatica e comunicazione, addetto stampa, sognatore, appassionato di WebDeveloper freelance che ama mettersi alla prova con sfide sempre più stimolanti, mentalità imprenditoriale e dal pensiero "outside the box", è stato sedotto sin da giovane per la passione di motori e di tutto quello che ruota attorno senza tralasciare la tecnologia, insomma amante delle cose belle della vita. Ma sopratutto passione...tanta passione naturalmente a 360°.