11New_Smart_FortTwo-automoto360.itMercedes presenta la Nuova smart fortwo,   tutto resta diverso smart, il marchio più giovane del mercato automobilitico che nel 1998 ha inventato un nuovo concetto di mobilità urbana, è pronto ad una nuova rivoluzione. Corta solo 2,69 metri come la precedente generazione, la nuova smart fortwo conserva le dimensioni che l’hanno resa regina incontrastata delle city car e si gira in un fazzoletto grazie al raggio di sterzata record di soli 6,95 metri.

La nuova smart fortwo presenta un’ampia porta che si estende fino al montante posteriore, con un cristallo privo di cornice. Già in lontananza sono riconoscibili con chiarezza i tratti caratteristici di smart: il particolare profilo della porta, l’originale cellula tridion e la caratteristica nervatura al centro delle porte che completa l’immagine del marchio. Proseguendo verso la coda si trova lo sportello del serbatoio a destra e la presa d’aria per il motore posteriore a sinistra, al di sotto del montante posteriore. Come sempre, la porta è rivestita da un pannello in materiale sintetico leggero e di qualità elevata. La regina dei parcheggi è quindi in grado di sopportare eventuali leggeri urti provocati da altre vetture nelle manovre di parcheggio. Una novità stilistica è rappresentata dalla linea delle spalle marcata, che conferisce alla vettura un aspetto imponente e opera una divisione ottica tra il corpo della vettura e la sua parte superiore.

Chi guida una smart lo ama alla follia: si tratta del portellone posteriore sdoppiato. Per questo motivo, anche la nuova smart fortwo dispone di questo particolare elemento, che agevola le operazioni di carico anche nei parcheggi più angusti.

I gruppi ottici posteriori romboidali, incorniciati dalla cellula tridion, ricordano la prima generazione smart e, insieme all’ampia carreggiata, accentuano lo sviluppo in larghezza della coda. A richiesta, in combinazione con il pacchetto LED & Sensor, è possibile conferire alla vettura un’immagine particolare grazie ai LED: in ciascuna luce posteriore sono disposti ad anello undici cubi illuminati, per un design notturno di grande effetto. Nel vetro trasparente sopra gli indicatori di direzione e i fari di retromarcia, al centro della luce, si ritrova il motivo a nido d’ape.

Grazie alle nuove e intense tonalità per gli esterni e circa 40 combinazioni tra bodypanel e cellula tridion, la gioia di vivere tipica del marchio smart si rafforza ulteriormente. Sono oggi disponibili, ad esempio, i colori moon white (opaco), lava orange (metallizzato) e hazel brown (metallizzato), da abbinare a contrasto con le nuove colorazioni della cellula tridion cool silver (metallizzato) e lava orange (metallizzato).

5New_Smart_FortTwo-automoto360.it

Spensierato e affascinante: il design degli interni

All’interno è ancora più confortevole ed abitabile e connessa grazie all’infotainment di ultima generazione. Completamente rinnovati anche i motori, tutti tre cilindri da 45 kW/ 60 CV, 52 kW/ 71 CV e 66 kW/ 90 CV, mentre la trasmissione è affidata al cambio manuale a cinque marce che si aggiunge ad un inedito cambio automatico a doppia frizione twinamic. In attesa della versione da 45 kW/ 60 CV, fortwo è disponibile al lancio con i motori da 52 kW/ 71 CV e 66 kW/ 90 CV, e prezzi che partono da 12.750 euro per fortwo 70 youngster. In linea con la filosofia tailor made che da sempre contraddistingue il marchio smart, la nuova generazione di fortwo in Italia è particolarmente ricca fin dall’ingresso in gamma ed offre ben cinque versioni: youngster, sport edition#1, passion, proxy e prime. Le prime consegne sono previste a novembre 2014.

14C1025_25

“Oggi smart, il più giovane marchio automobilistico d’Europa, miete successi a livello globale. Ha reinventato la mobilità urbana coniugando funzionalità ed emozione. La nuova fortwo riparte da concept unico, di comprovato successo, cui aggiunge qualcosa di più sotto ogni aspetto: più spazio, più colore, più allestimenti e più divertimento in città. Solo la lunghezza, pari a 2,69 metri, è rimasta quella di sempre”, ha dichiarato Annette Winkler, Responsabile smart. “La nostra idea di ripensare completamente la mobilità in città si è rivelata vincente”.

“In fase progettuale sapevamo  bene che, per consentire alla nuova smart di continuare a esprimere tutto il suo potenziale in città, dovevamo mantenere il motore posteriore”, ha dichiarato Jörg Prigl, Responsabile Compact Cars Mercedes-Benz. “Partendo da questo punto fermo, abbiamo sviluppato la nuova generazione”.

14C1138_28

“Nonostante i più severi requisiti in materia di sicurezza, siamo riusciti a mantenere la straordinaria lunghezza di soli 2,69 metri di smart fortwo”, ha sottolineato Markus Riedel, Responsabile Divisione Sviluppo. “La vettura condivide la sua architettura con la nuova forfour ed entrambi i modelli sono stati perfettamente adattati alle esigenze che pone la mobilità urbana di oggi e del prossimo futuro. Il mio team va particolarmente fiero del diametro di volta: grazie ad un valore di soli 6,95 metri con la fortwo fissiamo un nuovo parametro di riferimento”.

“smart è sinonimo di design FUN.ctional, funzionale e divertente, perché si muove tra due poli contrapposti: il cuore e la ragione. Le sue linee sono chiare, pulite e trendy, mentre gli elementi tipici del marchio sono stati trasposti in una nuova era, come la caratteristica silhouette con gli sbalzi cortissimi, le linee e le forme chiare, la cellula tridion e il frontale con il sorriso tipico di smart”, ha dichiarato Gorden Wagener, Responsabile design di Daimler AG.

14C1138_24 14C1138_20 14C1138_19 14C1138_18

“smart è la combinazione unica di funzionalità e lifestyle. Gli italiani e soprattutto i giovani l’hanno amata fin dal primo momento ed hanno contribuito in maniera importante a scriverne il successo. L’Italia è infatti il primo mercato al mondo e Roma la città dove circolano più fortwo al mondo”, ha dichiarato Roland Schell, Direttore Genrale Mercedes-Benz Cars in Italia.

 

 

FUN.ctional: il design degli esterni

Sbalzi estremamente ridotti nel frontale e nella coda: anche la nuova generazione di fortwo presenta queste proporzioni tipiche del marchio. Grazie alla carreggiata ampliata di 100 mm, le ruote sono posizionate ancora più all’esterno. Queste proporzioni garantiscono maggiore sicurezza, visibilità e maneggevolezza eccellenti e, insieme al motore posteriore, consentono di ottenere un abitacolo dall’ampiezza senza pari in uno spazio estremamente compatto. Tipico del marchio smart è anche il contrasto cromatico tra cellula di sicurezza tridion e bodypanel. L’evoluzione che ha interessato la silhouette della vettura viene definita dai designer smart ‘one and a half box’. Due sono le ragioni che hanno indotto a modificare la proporzione ‘one box’ adottata fino ad oggi: la prima è che grazie al cofano anteriore più alto la smart appare più matura e sportiva.

Il volto della vettura ha oggi un aspetto cordiale ma deciso. A esprimere simpatia è indubbiamente la mascherina tipicamente smart, leggermente più ampia. La struttura forata della griglia riprende un motivo a nido d’ape, che si dissolve verso l’esterno. La mascherina del radiatore, in tinta o a contrasto con i bodypanel, è disponibile nelle tonalità black, cool silver e white, oltre ad altri colori. Anche la seconda apertura per l’aria di raffreddamento, in black e posizionata nel paraurti, presenta il motivo a nido d’ape.

Comunica carattere anche il logo smart posto al centro della griglia, ingrandito e rivisitato, tridimensionale e arrotondato, in linea con le forme più sensuali di smart. Come tutti gli inserti cromati, il logo non è lucidato a specchio, bensì opaco. I proiettori anteriori romboidali sono leggermente smussati in alto e hanno un aspetto sportivo e simpatico, mentre le luci diurne dalla forma ad U rappresentano un elemento di design caratteristico. In combinazione con il pacchetto LED & Sensor i proiettori anteriori dispongono della funzione welcome: all’apertura della vettura la luce nel proiettore lampeggia, come se la smart salutasse il suo proprietario.

La passione per i dettagli si riscontra, ad esempio, nella ripresa del motivo a nido d’ape per il vetro di copertura dei proiettori, mentre negli indicatori di direzione il motivo a nido d’ape funge addirittura da diffusore. Anche il cofano, che con sportività e grinta scende verso il basso tra i proiettori, sottolinea la nuova forma scultorea della vettura.

designer lo chiamano ‘loop’: è lo slancio che caratterizza in maniera coerente l’abitacolo e che si riscontra nella plancia portastrumenti e nelle porte. La plancia dalla forma modellata è divisa in due parti e si compone di una sezione esterna dal taglio incisivo che, a richiesta, può essere rivestita in tessuto e da una parte ampia e concava all’interno, nella quale sono collocati gli elementi funzionali. In posizione avanzata, come se fossero sospesi, si trovano la strumentazione e l’unità di infotainment con autoradio e navigatore.

La plancia portastrumenti ed il pannello centrale delle porte sono rivestiti in tessuto. Queste pregiate superfici in tessuto, molto piacevoli al tatto, ricordano gli inserti in ‘mesh’ delle moderne calzature sportive. La struttura a rete è una caratteristica esclusiva in questo segmento di vetture. La scelta di colori e materiali sottolinea il carattere giovane e accattivante della nuova generazione di fortwo. In tal senso, le versioni di equipaggiamento consentono di creare un look originale e personale. I sedili anteriori sportivi, dai profili accentuati, sono come sempre realizzati in versione integrale.

La strumentazione e la relativa segmentazione a semicerchio per la velocità e gli indicatori riprende la prima generazione di fortwo del 1998, ma li reinterpreta con un look nuovo. Le particolari bocchette sferiche di aerazione sono facili da comandare. Anche l’unità di comando della climatizzazione, in posizione centrale, ha un aspetto fuori dal comune: su una scala al centro si può impostare la temperatura desiderata mediante una lente traslabile. Il volante a tre razze, nella versione multifunzione a richiesta, consente di comandare l’unità che raccoglie autoradio e navigatore al centro della plancia portastrumenti. Il centro di infotainment appare come sospeso e presenta lo stile tipico dei moderni tablet. Gli interni rispecchiano quindi il mondo di una generazione giovane e sempre connessa. Con la loro forma ad ellisse, le porte riprendono il design che caratterizza la plancia portastrumenti. L’ampio bracciolo è garanzia di comfort. Il motivo a nido d’ape degli esterni viene riproposto per gli altoparlanti integrati ed i tweeter nell’alloggiamento triangolare dei retrovisori esterni.

Nuova smart fortwo in arrivo nelle concessionarie con una campagna publicitaria d’effetto….

 

The following two tabs change content below.

Sergio Musumeci

Responsabile editoriale a AutoMoto360
Diviso tra informatica e comunicazione, addetto stampa, sognatore, appassionato di WebDeveloper freelance che ama mettersi alla prova con sfide sempre più stimolanti, mentalità imprenditoriale e dal pensiero "outside the box", è stato sedotto sin da giovane per la passione di motori e di tutto quello che ruota attorno senza tralasciare la tecnologia, insomma amante delle cose belle della vita. Ma sopratutto passione...tanta passione naturalmente a 360°.