Forse è la novità più attesa per questo 2016, dopo l’ottimo esordio della Suzuki dello scorso anno, la quale continua a stupire confemando la sua progressione anche nei primi test del 2016, la casa austrica, infatti ha investito parecchie risorse umane e finanziarie in questo ambizioso progetto della MOTOGP, in questi giorni la KTM RC16  ha mosso i primi passi in  MotoGP!

Infatti Giovedi e Venerdì ha visto le due principali collaudatori Mika Kallio e Alex Hofmann testare l’RC16 KTM su una pista molto bagnata al famoso circuito spagnolo nel sud della Spagna. Il terzo giorno di test Randy de Puniet ha dovuto modificare il suo stile  guida, mentre Hofmann nel pomeriggio ha mosso i suoi primi giri sulla moto KTM MotoGP quando la pista era finalmente completamente asciutta.

Alex Hofmann KTM RC16 Jerez 2016Mike Leitner (MotoGP Consultant): “Purtroppo questa volta abbiamo avuto meno fortuna con il tempo, ma abbiamo ancora fatto buon uso delle mutate condizioni di lavorare sul circuito per la prima volta con entrambi i nostri equipaggi e in parte anche sotto la pressione del tempo.  Abbiamo raccolto la nostra prima esperienza sul bagnato e sono stati quindi in grado di adottare misure importanti in materia di elettronica. Randy de Puniet ci ha dato di input molto importante per l’ulteriore sviluppo della RC16 KTM al terzo e ultimo giorno, che era in condizioni di asciutto. ”

Mika Kallio (collaudatore MotoGP): “Dopo aver lavorato sulla posizione di guida e la messa a punto in condizioni estremamente difficili nei primi due giorni, abbiamo potuto confermare molti cambiamenti nelle condizioni che sono migliorate nel terzo giorno. Abbiamo provato alcune cose con il controllo di trazione e di impennata, anche gli elementi delle sospensioni da WP e le varie opzioni per la piastra forcella. Sono molto soddisfatto delle prestazioni e penso che siamo stati ancora in grado di dare un feedback ai tecnici importanti “.

Alex Hofmann (collaudatore MotoGP): “L’unica cosa negativa sui tre giorni è stato il tempo – e che era buono. Rispetto a entrambi i miei ultimi test a Spielberg e Valencia alla fine dello scorso anno, la moto è stato ulteriormente sviluppato, non solo in termini di aspetto; è anche tecnicamente su una base molto buona. Ora è tutta una questione di andare avanti con il lavoro e la caccia dei tempi. ”

Mika Kallio KTM RC16 Jerez 2016

Randy de Puniet (collaudatore MotoGP): “Non guidavo una MotoGP da più di  un anno, ho subito avuto un buon feeling con moto. Come al solito abbiamo lavorato ad adattare la moto  per soddisfare al meglio il mio stile di guida personale. Poi, nel breve tempo rimasto abbiamo provato un paio di cose con l’elettronica. Ora siamo ben preparati per il prossimo test in poche settimane.”

Randy de Puniet KTM RC16 Jerez 2016

Il Racing Team KTM MotoGP  utilizzerà il breve tempo fino al prossimo test a inizio marzo per sviluppare ulteriormente entrambe le KTM RC16 moto e fare i preparativi per il loro prossimo Test.

The following two tabs change content below.

Sergio Musumeci

Responsabile editoriale a AutoMoto360
Diviso tra informatica e comunicazione, addetto stampa, sognatore, appassionato di WebDeveloper freelance che ama mettersi alla prova con sfide sempre più stimolanti, mentalità imprenditoriale e dal pensiero "outside the box", è stato sedotto sin da giovane per la passione di motori e di tutto quello che ruota attorno senza tralasciare la tecnologia, insomma amante delle cose belle della vita. Ma sopratutto passione...tanta passione naturalmente a 360°.