Ninja H2R con 300 cavalli! , 300 cavalli

 

Jubi_Logo_GB_495x180Anche la Verdona Kawasaki non smntisce, ma sopratutto sbalordisce! presentando al Salone INTERMOT 2015 a Colonia la Nuova H2R Ninja in carne e ossa la “BESTIA” con 300 Cavalli , quando Kawasaki pensò di progettare la Ninja H2R, l’obiettivo era quello di offrire un’accelerazione mai provata prima.. da nessun pilota e solo a vederla senza provarla credo che che abbiano centrato l’obiettivo…..

L’essere  “Fun to Ride” è  sempre stata una caratteristica distintiva delle moto Kawasaki, ma , mentre ci possono essere differenti  modi per godersi la guida di una motocicletta,Kawasaki H2R_AutoMoto360.it0001 per i tecnici di Akashi l’avere una accelerazione incredibile è il fattore più importante allo scopo di regalare ai piloti l’esperienza di guida più eccitante.

La Ninja H2R è equipaggiata con un motore sovralimentato con un target di progetto di 300cv e accompagnata da un  design compatto in linea con le Supersport della classe litro. La chiave per raggiungere questa incredibile performance risiede nel motore supercharged, un’unità specifica, progettata e  costruita internamente ,  con la tecnologia e le competenze delle altre aziende del gruppo Kawasaki Heavy Industries (KHI): la Gas & Machinery Turbine Company, l’Aerospace Company e la Corporate Technology Division.

 

La tecnologia del Gruppo KHI non si è solo limitata alla creazione della sovralimentazione. Il know-how altamente tecnologico condiviso dalle altre divisioni  del gruppo,  si ritrova nel design del telaio  e nel nuovo motore. Per esempio, le appendici aerodinamiche inferiori e superiori in fibra di carbonio che assicurano un’ottima stabilità a velocità ultra-elevate sono state sviluppate grazie alla Kawasaki Aerospace Company. Questo è solo un esempio ma, la collaborazione all’interno del gruppo e l’altissimo livello tecnologico raggiunto,  sono la ragione della riscoperta del logo Kawasaki River Mark* mostrato esplicitamente sul frontale della Ninja H2R. Kawasaki H2R_AutoMoto360.it0003

Al momento di dover battezzare questo nuovo modello, non ci furono dubbi nell’ utilizzare il marchio “Ninja”: simbolo di performance assolute e condiviso da molti modelli leggendari negli ultimi quarant’anni. La Ninja H2R eredita anche il nome da un modello storico, quel 2 tempi da 748 cm3 dall’accelerazione bruciante, conosciuto come Mack IV 750 o “H2” appunto. Per una moto concepita  per offrire un’accelerazione mai provata prima.. da nessuno, non avremmo potuto  pensare ad un nome migliore.
Kawasaki H2R_AutoMoto360.it0004
Ninja H2R. Costruita al di là di ogni immaginazione. Nel 2014, Kawasaki ancora una volta è pronta a dare al mondo un’emozione unica.

  • Il Kawasaki River Mark è un simbolo di lungo corso di KHI Group datato 1878. Secondo la policy aziendale può essere utilizzato solo su alcuni prodotti che godono di un significato storico e non ci sono stati dubbi ad utilizzarlo sulla Ninja H2R.

CARATTERISTICHE

Un’accelerazione mai provata prima.

Per essere in grado di offrire un’intensa accelerazione ed una velocità massima mai provata prima dalla maggior parte dei piloti, serviva un motore in grado di sviluppare un’enorme potenza.
Un motore di grossa cilindrata avrebbe certamente assolto questo compito ma, per limitare il peso, era necessario montare un motore compatto. Il motore sovralimentato da 998cm3, 4 cilindri in linea, permette, in sostanza, di ottenere elevate prestazioni con una volume inferiore puntando alla potenza massima di 300cv.

Supercharger made in Kawasaki
La sovralimentazione utilizzata sulla Ninja H2R è stata disegnata da Kawasaki Motorcycle con la preziosa collaborazione delle altre divisioni di KHI come La Gas Turbine & Machinery Company, L’Aerospace Company, e la Corporate Technology Division. Progettare internamente il Supercharger ha permesso di renderlo completamente compatibile con le caratteristiche del motore della Ninja H2R. L’elevata efficienza del supercharger specifico per la nostra moto è stata la chiave per raggiungere la massima potenza e quell’intensa accelerazione che gli ingegneri si erano prefissati come target di progetto.

Il Design del telaio
Gli obbiettivi del telaio della Ninja H2R erano quelli di assicurare una stabilità superiore alle alte velocità, grandi prestazioni in curva per garantire grandi emozioni in pista ed ancora, non meno importante, avere un carattere altamente equilibrato. Solitamente la stabilità ad alte velocità può essere raggiunta con un passo lungo ma, in questo caso, si è optato per un interasse più corto in modo da avere una moto più compatta e maneggevole.
Il telaio deve essere rigido, ma allo stesso tempo in grado di assorbire le asperità alle alte velocità ,che potrebbero impensierire un telaio più leggero. Ecco il perché di un nuovo telaio a traliccio sviluppato utilizzando le moderne tecnologie ed in grado di sopportare l’incredibile potenza sviluppata dal motore supercharged e di garantire grande stabilità alle velocità elevate.

Aerodinamica
All’incremento della velocità si ha un incremento esponenziale della resistenza dell’aria. Per poter funzionare al meglio alle alte velocità, l’elevata potenza deve essere supportata dalla corretta aerodinamica. Dopo il motore sovralimentato che si occupa di offrire una potenza incredibile, il passo successivo era quello di pensare ad un bodywork in grado di minimizzare la resistenza dell’aria e di assicurare un’ottima stabilita nella guida a velocità elevate. I migliori uomini della Kawasaki Aerospace Company sono stati arruolati per la creazione di un bodywork progettato per assicurare la massima efficienza aerodinamica.

Forza del design e maestria artigiana
Dovendo assicurare un design degno di portare il nome “Ninja” e il nome “H2” il primo concept scelto per la Ninja H2R è stato “Un’intensa forza di design”. La Ninja H2R ha un look innovativo ma, allo stesso tempo, molto funzionale: ogni componente della carena è stato scolpito aerodinamicamente per assicurare massima stabilità alle alte velocità; il design inoltre massimizza il raffreddamento e la dispersione del calore contribuendo al raggiungimento di quasi 300cv e il condotto Ram Air è posizionato in modo ottimale per portare aria fredda al supercharger. Più di qualunque altre moto costruita da Kawasaki, la Ninja H2R è un concentrato di artigianalità, qualità costruttiva, e finiture superiori con una vernice high-tech cromata nera appositamente sviluppata per questo modello.
Kawasaki H2R_AutoMoto360.it0003
SPECIFICHE TECNICHE
Ninja H2R

Motore: Sovralimentato, 4 cilindri in linea raffreddato a liquido
Cilindrata: 998cm3
Tipo di Supercharger:            Centrifugo, scroll-type
Potenza massima: target 300cv
Telaio: a traliccio in acciaio ad alta resistenza
Gomme: F: 120/600R17 (racing slick tyre) R: 190/650R17 (racing slick tyre)

NOTE
1. La Ninja H2R non è omologata per uso stradale quindi destinata ai circuiti o a strade private
2. Il modello stradale (Ninja H2) sarà presentato ad EICMA(Milano) .

 

The following two tabs change content below.

Sergio Musumeci

Responsabile editoriale a AutoMoto360
Diviso tra informatica e comunicazione, addetto stampa, sognatore, appassionato di WebDeveloper freelance che ama mettersi alla prova con sfide sempre più stimolanti, mentalità imprenditoriale e dal pensiero "outside the box", è stato sedotto sin da giovane per la passione di motori e di tutto quello che ruota attorno senza tralasciare la tecnologia, insomma amante delle cose belle della vita. Ma sopratutto passione...tanta passione naturalmente a 360°.