Debutta a Ginevra l’innovativa berlinetta 8 cilindri:  nuovo design, nuovo motore e ricca di soluzioni brevettate  

Con la presentazione ufficiale al Salone di Ginevra la 488 GTB diventa il nuovo punto di riferimento per settore delle vetture sportive.  A 40 anni dalla nascita della 308, prima vettura iconica del Cavallino Rampante con motore 8 cilindri posteriore-centrale, la 488 GTB apre un nuovo capitole nella storia delle vetture con questa architettura.

Il merito è delle rivoluzionarie soluzioni tecniche proprietarie con cui è equipaggiata, che offrono potenze ai vertici (670 cv),  con tempo di risposta motore di soli 0,8 secondi e ai comandi addirittura di appena 0,06 secondi. Prestazioni che grazie ai controlli di dinamica veicolo installati sono pienamente gestibili anche al limite per ogni livello di capacità di guida, per un’ emozione unica che solo una Ferrari sa trasmettere.BNV_9779-1152x768

L’esperienza nelle competizioni, sia in Formula Uno che in quelle di durata come il WEC (World Endurance Championship), trova estensiva applicazione sulla 488 GTB, portando su strada la tecnologia che ha consentito la doppia vittoria di categoria nelle grandi classiche come la 24 Ore di Le Mans e nel mondiale Endurance. Fondamentale anche il transfer dal programma XX dove i tecnici della Ferrari hanno sviluppato un know how unico sul comportamento dinamico di vetture ad elevate prestazioni non guidate da piloti professionisti.

Nel nome che richiama la cilindrata unitaria, 488 cm3, l’ultima nata di Maranello trasmette il suo radicamento nella storia Ferrari con il riferimento al mondo delle Gran Turismo Berlinetta con la sigla GTB.

488-GTB-7-1152x768La potenza estrema ricercata per questa vettura è fornita dal nuovo motore da 3902 cm3 di cilindrata sovralimentato, accoppiato al cambio F1 doppia frizione a 7 rapporti con Variable Boost Management per la gestione ottimale della coppia (760 Nm in settima marcia quella massima). La 488 GTB assicura sempre un esubero di prestazioni in qualsiasi condizione di marcia, nel contempo sempre fruibili al massimo, accompagnate da un suono profondo e avvolgente così come richiesto a un motore Ferrari.

La rivoluzionaria aerodinamica con soluzioni brevettate, come lo spoiler soffiato al posteriore, e innovative come il fondo aerodinamico con generatori di vortici derivato dalla 458 GT, consente di stabilire un nuovo record di efficienza per una Ferrari (E=1,67). Il carico raggiunge i 325 kg a 250 km/h, grazie anche ai dispostivi attivi in grado di ridurre la resistenza all’avanzamento e allo stesso tempo generare downforce quando necessario.

I controlli di dinamica veicolo sono ulteriormente evoluti, con la nuova versione del Side Slip Control (SSC2) che sfrutta il controllo di trazione F1-trac, il differenziale elettronico E-Diff e ora anche lo smorzamento degli ammortizzatori attivi, per rendere ancora più uniforme e omogeneo il comportamento della vettura nelle manovre più complesse, in modo che anche il pilota meno esperto possa sfruttare appieno la vettura così da garantire un’esperienza di guida coinvolgente

La vettura è completamente nuova nelle forme, disegnate dal Centro Stile Ferrari, che accentuano la sportività mantenendo al tempo stesso l’eleganza, la pulizia e la purezza delle linee tipiche della Ferrari dove il binomio forma e funzione è488-GTB-9-1152x768 esplicitato in ogni dettaglio. Un omaggio al passato è intuibile da selezionati elementi del design, come sulla fiancata dove si riconoscono gli stilemi proprio della 308 GTB. La 488 GTB debutta nel nuovo colore Rosso Corsa Met con interni in materiali tecnici neri e rossi e in Grigio Ferro Met con interni neri e pelle Beige Tradizione.

In tema di prestazioni estreme sullo stand laF12berlinetta, la vettura più prestazionale della gamma Ferrari con il suo V12 da 740 cv e architettura transaxle che continua a riscuotere grandi apprezzamenti in tutto il mondo tanto da avere, in alcuni Paesi, liste d’attesa superiori ai 12 mesi.

A Ginevra  la F12 è esposta nell’ormai tradizionale vernice tri-strato Rosso Maranello e interni cuoio con finiture in fibra di carbonio e in una versione versione Tailor Made,  come omaggio alla scuderia Francorchamps, in particolare alla 250 GTO che vinse il Tour de France 1964, nello stesso color Argento Auteil e livrea Racing trasversale giallo tri strato.

Parlando di Tailor Made da ricordare che l’esclusivo programma di personalizzazione della Ferrari ha ormai superato i 450 nuovi materiali omologati per la prima volta per l’utilizzo in campo automobilistico.

Accanto alle sportscar sono presenti anche le vetture GT: la coupé-cabriolet California T in un elegante bicolore nero stellato e grigio brunito abbinato a interni Tortora, affiancata dalla quattro posti e quattro ruote motrici FF, in un moderno Bianco Italia con interni Sterling. Entrambi i modelli sono dotati del sistema CarPlay, il sistema più semplice, sicuro e divertente per usare il proprio iPhone in vettura. CarPlay permette infatti un utilizzo incredibilmente intuitivo per effettuare chiamate, usare le mappe, ascoltare la musica e accedere ai messaggi, semplicemente con una parola o con un tocco del display centrale. Il sistema sta riscuotendo un particolare successo sulla FF dove è richiesto dalla metà dei clienti.

Sullo stand anche la monoposto di Formula Uno a testimonianza dell’imprescindibile legame con le corse della Ferrari, proprio alla viglia di una nuova stagione di F1.

 

The following two tabs change content below.

Sergio Musumeci

Responsabile editoriale a AutoMoto360
Diviso tra informatica e comunicazione, addetto stampa, sognatore, appassionato di WebDeveloper freelance che ama mettersi alla prova con sfide sempre più stimolanti, mentalità imprenditoriale e dal pensiero "outside the box", è stato sedotto sin da giovane per la passione di motori e di tutto quello che ruota attorno senza tralasciare la tecnologia, insomma amante delle cose belle della vita. Ma sopratutto passione...tanta passione naturalmente a 360°.